La Regione ha chiesto una sospensione della direttiva Bolkestein

Nel giorno della manifestazione degli imprenditori balneari davanti alla sede della Regione, l’Assemblea legislativa ha approvato una risoluzione che chiede all’Italia di fare come la Spagna.

500mila addetti in Italia e più di 160mila imprese, di cui 10mila solo in Emilia-Romagna, rischiano di essere messe in crisi dalla direttiva europea Bolkestein. È anche per questo . . . → Prosegui la lettura

Ora che il Governo ha fatto marcia indietro sulle spiagge è necessario riaprire subito il confronto con le Regioni e le organizzazioni del settore

Grazie al Partito democratico, che in Commissione Bilancio e Finanze della Camera dei Deputati ha presentato gli emendamenti soppressivi, sono stati ritirati i primi tre commi dell’ art. 3 del Decreto Sviluppo.

La normativa, prevista nel provvedimento governativo relativa alle concessioni demaniali degli stabilimenti balneari, non accontentava nessuno: né gli imprenditori, che la ritenevano nefasta . . . → Prosegui la lettura

Concessioni demaniali marittime: “Basta leggere il testo del decreto per rendersi conto dell’assurdità del provvedimento”

“È una manovra squisitamente elettorale”.

L’on. Sandro Brandolini e il Consigliere regionale Damiano Zoffoli, dopo aver esaminato lo schema del cosiddetto “decreto sviluppo” approvato dal governo la settimana scorsa (e non ancora pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale) denunciano innanzitutto la “superficialità con la quale il governo affronta la questione della concessione degli arenili, dimostrando ancora una . . . → Prosegui la lettura