Quel Pd è morto. Viva il Pd!

Meno 3,5 milioni di voti in Italia.

Meno 300mila voti in Emilia-Romagna: più di un elettore su cinque, fra coloro che avevano scelto il Pd alle elezioni politiche del 2008, non è andato a votare o ha scelto diversamente.

È mancato il voto dei giovani, dei disoccupati, delle partite iva e dei ceti produttivi.

Grande . . . → Prosegui la lettura

“QUALI PROSPETTIVE PER IL FUTURO?”

Bipolarismo addio? Le famiglie politiche italiane negli ultimi 20 anni.

Venerdì 22 marzo, alle ore 20:45, presso la sala riunioni del PD, in viale Bovio 48 a Cesena, è in programma un incontro pubblico per analizzare il voto del 24 e 25 febbraio.

“Il Partito democratico rimane il primo partito in Regione, con il 37% . . . → Prosegui la lettura

Destra e sinistra perdono il proprio popolo. M5S come la vecchia Dc: interclassista

Mappe. Il voto ha segnato una svolta violenta, che modifica profondamente i confini fra politica, società e territorio. Con Grillo operai e lavoratori autonomi, addio legami di territorio. Il Pdl aveva il consenso delle piccole imprese, Bersani quello delle tutte blu. Entrambi lo hanno smarrito.

Riporto, qui di seguito, un interessante articolo di Ilvo Diamanti, . . . → Prosegui la lettura

Cambiare. Per vincere e governare

“Il centrosinistra per ricominciare non deve guardare agli altri, non deve guardare indietro. E neppure avanti. Deve guardarsi dentro” (Ilvo Diamanti).

I numeri

Il Partito Democratico, rispetto al 2008, ha perso 3,5 milioni di voti, in percentuale è calato di quasi otto punti, passando dal 33,17 al 25,42: è il risultato di gran lunga più . . . → Prosegui la lettura