La riorganizzazione della Croce Rossa non avvenga sulle spalle dei lavoratori

Tutelare i livelli occupazionali e garantire certezze ai lavoratori della Croce Rossa Italiana, anche per assicurare continuità alla qualità dei servizi erogati.

Dal primo gennaio 2014, a seguito dell’entrata in vigore del Decreto legislativo 178/2012 recante “Riorganizzazione dell’Associazione italiana della C.R.I.”, è mutata la natura giuridica della Croce Rossa Italiana: da ente di diritto . . . → Prosegui la lettura

Sanità, presentato il Piano straordinario di sostenibilità della Regione

No alla riduzione dei servizi e all’aumento di ticket e tasse. Nel 2013 tagli per 260 milioni.

Un Piano straordinario di sostenibilità per difendere la sanità emiliano-romagnola, senza ricorrere a tagli dei servizi e senza aumentare ticket e tasse regionali.

E’ la scelta della Regione di fronte a un 2013 in cui per la prima . . . → Prosegui la lettura

I tagli delle Poste penalizzano la montagna. Difendere i piccoli uffici postali è difendere il territorio

Otto sportelli a rischio in provincia di Forlì-Cesena. Presentata una risoluzione per attivare la Giunta regionale.

“Un ufficio postale non può essere considerato solo come una serie di sportelli, da valutare su indici di produttività e sacrificabili all’occorrenza. Con le scuole, le chiese, i circoli, la Posta è parte di quel puzzle che aiuta una . . . → Prosegui la lettura

Riforma nidi, dopo la legge è in discussione la nuova direttiva

Ecco come potranno cambiare i requisiti strutturali e organizzativi dei servizi educativi per la prima infanzia, e la disciplina dei servizi ricreativi e di conciliazione.

Dopo l’approvazione della legge regionale n. 6 del 22 giugno 2012, che riorganizza il sistema dei servizi educativi per la prima infanzia (0-3 anni), è in discussione la direttiva, proposta . . . → Prosegui la lettura

Nidi e servizi educativi per la prima infanzia, al via la riforma in Regione

Meno paletti e burocrazia, sarà più semplice aprire spazi bimbi all’interno delle case

La Regione ha avviato (attraverso un gruppo tecnico di lavoro partecipato sia dai gestori pubblici, che da quelli privati, e con un tavolo di confronto con i sindacati) la riforma dei servizi educativi per la prima infanzia (0-3 anni), con l’obiettivo di . . . → Prosegui la lettura

Il nostro impegno per la famiglia

Caro Direttore,

il nostro Paese corre due rischi evidenti: quello di allargare la distanza tra chi ha sempre di più e chi ha sempre di meno, e quello di assistere a una progressiva frammentazione sociale e individuale, che indebolisce i legami e le relazioni tra le persone.

Questi mutamenti sociali ci impongono un ripensamento complessivo . . . → Prosegui la lettura