Ungulati, al via l’accordo Regione-Ispra per limitare i danni alle attività umane

Cresce la popolazione di ungulati in Emilia-Romagna e cresce l’impatto non solo sulle produzioni agricole e forestali, ma anche sulle attività umane come la mobilità. Tra le coltivazioni più a rischio vi sono vigneti e frutteti, mentre in pianura sono in aumento gli incidenti stradali indotti dalla presenza di questi animali.

Diverse le cause: dallo . . . → Prosegui la lettura

La collaborazione tra cacciatori, agricoltori e ambientalisti è possibile

No alla privatizzazione della caccia. Le tasse venatorie tornino ai territori.

Il dialogo tra cacciatori, associazioni ambientaliste e mondo agricolo è possibile in nome della tutela della fauna e del territorio. E può dare risultati concreti, come il ritorno del lupo nell’alto imolese. È quanto è emerso ieri nel corso del convegno “Le politiche per . . . → Prosegui la lettura